internazionale

È meglio morire in piedi che vivere in ginocchio: addio Subcomandante Marcos,

  • maggio 28, 2014 12:31 pm

Questo testo che segue è secondo me uno dei migliori insegnamenti di cosa significa essere un leader politico, l’uscita di scena del  Subcomandante Marcos da oltre 20 anni al comando dell ‘ EZLN (Ejército Zapatista de Liberación Nacional)  movimento rivoluzionario marxista, libertario e indigenista, formato sostanzialmente da indios discendenti dei Maya che lottano da secoli per i diritti delle popolazioni native che abitano le terre colonizzate dai conquistadores, il leader carimastico uccide il suo personaggio, perchè non è piu’ necessario “ora esiste una generazione che poteva guardarci, ascoltarci e parlarci senza bisogno di guida o leadership, né pretendere obbedienza”. Allora,…

Monika Ertl: la donna che giustiziò l’uomo che tagliò le mani al Che

  • maggio 20, 2014 2:50 pm

traduzione di Ida Garberi Ad Amburgo, in Germania, erano le dieci meno venti della mattina del 1° aprile 1971. Una bella ed elegante donna dai profondi occhi color del cielo entra nell’ufficio del console della Bolivia e, aspetta pazientemente di essere ricevuta. Mentre fa anticamera, guarda indifferente i quadri che adornano l’ufficio. Roberto Quintanilla, console boliviano, vestito elegantemente con un abito oscuro di lana, appare nell’ufficio e saluta, colpito dalla bellezza di quella donna che dice di essere australiana, e che pochi giorni prima gli aveva chiesto un’intervista. Per un istante fugace, i due si trovano di fronte, uno all’altra.…

Terroristi di vecchia data ripetono attacchi contro Cuba dagli USA

  • maggio 8, 2014 2:55 pm

da Prensa Latina traduzione di Ida Garberi La detenzione in Cuba di un commando proveniente dagli Stati Uniti che pretendeva realizzare atti violenti sull’isola, evidenzia la doppia morale di Washington nella sua allegata guerra contro il terrorismo. Il Ministero dell’Interno ha annunciato la detenzione a Cuba di quattro cittadini di origine cubana e residenti a Miami che hanno riconosciuto che pretendevano attaccare installazioni militari cubane.L’arresto è stato fatto il 26 aprile e gli accusati sono Josè Ortega Amador, Obdulio Rodriguez Gonzalez, Raibel Pacheco Santos e Felix Monzon Alvarez. Secondo l’informazione ufficiale, gli imputati hanno confessato che tali piani si sono…

Comandanta Laura Villa delle FARC-EP: per produrre cambiamenti fondamentali bisogna prendere decisioni radicali

  • maggio 7, 2014 5:34 pm

foto di Prensa Latina testo di Ida Garberi “La nostra lotta rivoluzionaria è giusta ed improrogabile, e pertanto impossibile da sconfiggere”. Manuel Marulanda Velez  Il fatto di vivere a Cuba e soprattutto a L’Avana mi ha dato, più di una volta, il privilegio di conoscere persone molto speciali che stanno scrivendo le pagine della storia dell’America Latina. Questa volta sono i compagni e le compagne, guerriglieri e guerrigliere delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia – Esercito del Popolo (FARC-EP), impegnati nella capitale cubana negli accordi di pace per Colombia, un paese afflitto da una guerra civile dal lontano 1948, quando…

Congressisti favorevoli al dialogo senza condizioni tra USA e Cuba

  • maggio 7, 2014 4:59 pm

da Prensa Latina traduzione di Ida Garberi: Quattro congressisti statunitensi si sono incontrati a L’Avana, dove esistono le condizioni per avanzare in negoziazioni dirette e senza condizioni, che permettano di normalizzare le relazioni tra gli Stati Uniti e Cuba. Dopo dialogare con funzionari nordamericani e cubani, i legislatori hanno affermato che esiste una disposizione di entrambe le parti per sedersi a conversare su qualsiasi tema, con chiarezza ed in un clima di rispetto mutuo. Il gruppo di rappresentanti, tutti del Partito Democratico, è integrato da Barbara Lee e Sam Farr, entrambi legislatori per la California, poi da Enmanuel Cleaver (Missouri)…