gruppi extraparlamentari

5 giugno 1975…Addio Mara

  • giugno 5, 2014 2:05 pm

Anche quest’anno qualcuno ha portato dei fiori per Mara Cagol erano rossi, erano rose rosse e le ha lasciate lì solo per ricordare che non bisogna più che il sangue scorra invano Anche quest’anno qualcuno ha portato dei fiori per te erano rossi di rosso desiderio Sulla collina riecheggiano gli spari di una giustizia che non ci appartiene di collina in collina soffia un vento pesante tutto sembra distante, ma tu sei vicina. Anche quest’anno qualcuno ha portato dei fiori per Mara Cagol erano rossi, erano rose rosse un attimo prima non c’erano l’attimo dopo eccole lì sono come apparse…

Brescia quarant’anni dopo, strage senza un colpevole

  • maggio 28, 2014 12:49 pm

Quarant’anni. Un tempo suf­fi­ciente a veder pas­sare due gene­ra­zioni. Nelle scuole, nei par­titi, nei sin­da­cati, in città. E ancora per la magi­stra­tura non c’è un col­pe­vole per la strage del 28 mag­gio 1974. Quella bomba nasco­sta in un cestino, esplosa in Piazza della Log­gia men­tre era in corso una mani­fe­sta­zione anti­fa­sci­sta, fece otto morti e più di cento feriti. E fu forse l’attentato più gra­vido di impli­ca­zioni della sta­gione delle stragi: colpì al cuore il movi­mento dei lavo­ra­tori, nella città con il fer­mento sin­da­cale più temi­bile in Ita­lia, sul cri­nale degli anni ’70. Le Poste Ita­liane hanno deciso di dedi­care un fran­co­bollo al qua­ran­te­simo anni­ver­sa­rio…

Comandanta Laura Villa delle FARC-EP: per produrre cambiamenti fondamentali bisogna prendere decisioni radicali

  • maggio 7, 2014 5:34 pm

foto di Prensa Latina testo di Ida Garberi “La nostra lotta rivoluzionaria è giusta ed improrogabile, e pertanto impossibile da sconfiggere”. Manuel Marulanda Velez  Il fatto di vivere a Cuba e soprattutto a L’Avana mi ha dato, più di una volta, il privilegio di conoscere persone molto speciali che stanno scrivendo le pagine della storia dell’America Latina. Questa volta sono i compagni e le compagne, guerriglieri e guerrigliere delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia – Esercito del Popolo (FARC-EP), impegnati nella capitale cubana negli accordi di pace per Colombia, un paese afflitto da una guerra civile dal lontano 1948, quando…

Auguri Mumia ai tuoi 60 anni rubati

  • aprile 24, 2014 1:39 pm

Filadelfia, 24 aprile 1954 nasce  Wesley Cook, al liceo sceglie il nome in lingua swahili Mumia,sotto l’influenza di un insegnante d’origine kenyota a cui aggiunse Abu-Jamal alla nascita del suo primo figlio, Jamal. All’età di 14 anni, nel 1968, a Filadelfia, Mumia viene arrestato e malmenato per aver protestato contro un meeting del Partito Democratico e del candidato segregazionista alle elezioni presidenziali, George Wallace, ex governatore dell’Alabama. Poco dopo, fu schedato dall’FBI per aver voluto ribattezzare il suo liceo col nome di Malcolm X. Nel 1969   incaricato dell’informazione nella sezione di Philadelphia del partito delle Pantere Nere. L’FBI lo…

Il prof. De Tormentis e la pratica della tortura in Italia

  • aprile 22, 2014 12:41 pm

  La rivista Diritto penale contemporaneo dedica un’articolo di commento alla sentenza della corte d’appello di Perugia che il 15 ottobre scorso ha riconosciuto, durante il giudizio di revisione della condanna per calunnia inflitta a Enrico Triaca per aver denunciato le torture subite dopo l’arresto nel maggio 1978, l’esistenza sul finire degli anni 70 e i primissimi anni 80 di un apparato statale della tortura messo in piedi per combattere le formazioni politiche rivoluzionarie che praticavano la lotta armata. «Più che alla ricerca di verità giudiziarie – si spiega nel testo – questa sentenza deve piuttosto condurre ad essere meno…

Rapimento Moro, ma quali servizi sulla moto Honda di via Fani c’erano due giovani che abitavano nel quartiere

  • aprile 4, 2014 11:44 am

Sulla motocicletta Honda che la mattina del 16 marzo 1978 transitò in via Fani, pochi minuti prima che scattasse l’attacco delle Brigate rosse contro la scorta del presidente della Democrazia cristiana Aldo Moro, non c’erano uomini del Sismi ma due giovani del quartiere. I loro nomi, come ha ricordato recentemente un articolo apparso su Contropiano, sono noti da tempo alla magistratura: identificati dalla Digos nella primavera del 1998 chiarirono la loro posizione davanti al pubblico ministero Antonio Marini. Nonostante la circostanza fosse stata ampiamente chiarita 16 anni fa, non si è esitato a rilanciare sull’Ansa un nuovo depistaggio, partendo da…

Profezie…

  • marzo 11, 2014 11:04 am

del Gruppo di studio Resistenze Metropolitane L’ape e il comunista, pubblicato dalla rivista Corrispondenza Internazionale nel 1980, rappresenta il punto di approdo dell’analisi brigatista a nove anni dalla nascita dell’organizzazione. Scritto tra il 1979 e il 1980 dai militanti prigionieri reclusi nelle neonate carceri speciali in regime di articolo 90 (1), il testo appare come il tentativo di sintetizzare le conquiste teoriche e pratiche di un’organizzazione passata, in pochi anni, dagli incendi delle autovetture di qualche capetto inviso agli operai, al rapimento del presidente della Democrazia Cristiana. Molti sostengono che, in realtà, ne L’ape e il comunista di attuale vi…

Mobilitazioni d’autunno:

  • ottobre 12, 2013 12:32 am

rendere il paese ingovernabile ai vertici della Repubblica Pontificia e fare le prove generali per la costruzione del Governo di Salvezza Nazionale Aderire e partecipare alla manifestazione nazionale per “difendere e attuare la Costituzione” del 12 ottobre a Roma; * allo sciopero generale del 18 ottobre e alla giornata di sollevazione e assedio del 19 ottobre a Roma contro il governo dell’austerità e i diktat dell’UE, per lavoro, reddito, pensione, casa, scuola, salute, beni comuni, diritti e democrazia partecipata; * Alla mobilitazione in occasione delle udienze del 14 e del 17 ottobre a Roma del processo contro Davide Rosci, Mauro…

Rivoltare il golpe bianco di Napolitano

  • aprile 17, 2013 1:38 pm

Lettera aperta al Movimento 5 Stelle All’ombra del golpe bianco con cui Napolitano ha “congelato” le funzioni e il ruolo del Parlamento e ha unilateralmente sospeso l’iter per la formazione di un nuovo governo (che in ogni evidenza, alle condizioni create dalle elezioni di febbraio, non avrebbe potuto essere il governo di cui i vertici della Repubblica Pontificia hanno bisogno), si svolgono le grandi manovre occulte (leggi: tentativi di inciucio) che dovrebbero portare all’elezione di un Presidente della Repubblica che faccia contenti tutti i caporioni del teatrino della politica borghese (leggi: non hanno ancora stabilito chi dovrà soccombere e in…