classe operaia

7-7-1960 Strage di Reggio Emilia

  • luglio 7, 2014 2:38 pm

Il contesto storico-politico Il 25 marzo 1960 il presidente della Repubblica Giovanni Gronchi conferisce l’incarico di formare il nuovo governo a un democristiano di secondo piano, Fernando Tambroni, avvocato quasi sessantenne ed esponente della sinistra democristiana, attivo sostenitore di una politica di “legge ed ordine”. La sua designazione segna un punto di svolta all’interno di un’acuta crisi politica, con pesanti risvolti istituzionali. La politica del centrismo è ormai esaurita, ma le trattative con il Partito Socialista di Pietro Nenni per la formazione di un governo di centro-sinistra non sembrano in grado di partorire la svolta politica, auspicata e preparata dall’astro…

La crisi: il vero limite della produzione capitalistica è il capitale.

  • giugno 23, 2014 11:21 pm

“Economisti domestici, riformisti, al lavoro per riprogrammare una nuova politica economica, di riforme, di struttura, strategia industriale, per eliminare gli ostacoli allo sviluppo….”  Prima di affrontare un’analisi delle leggi che stanno alla base della crisi capitalistica, siamo costretti ad aprire una parentesi “filosofica”: è necessario inanzitutto fare chiarezza sulle posizioni di “sinistra” che, in piena sintonia con i liberisti ed i loro addomesticati economisti borghesi, sostengono superato il Capitale di Marx, in quanto analisi di un “capitale” particolare ed attualmente inesistente, ovvero quello dell’ottocento. Il portato reazionario di questa tesi balza immediatamente agli occhi, quindi che la borghesia si affanni…

Perchè gli operai dovrebbero votare ?

  • maggio 21, 2014 1:29 pm

Non c’è nessun partito che rappresenti gli operai. Nessun partito si impegna perchè invece di tanti  decreti pro Ilva, ci sia un “decreto operaio”. La protesta non è mandare qualcuno in un parlamento al servizio dei padroni europei, in cui ogni parlamentare guadagna 4 volte un lavoratore. La protesta non è senza classi e senza colore, ma è rossa e proletaria. PROTESTIAMO CON IL “BOICOTTAGGIO ELETTORALE”! Costruiamo il partito degli operai, comunista rivoluzionario, per lottare realmente contro gli Stati e i governi del capitale. Le elezioni giungono in una fase in cui i governi e gli Stati imperialisti europei –…